Arredamento Made in Italy: l’artigianato tricolore tra qualità e design

In un mercato sempre più globalizzato e senza confini, dove il low cost sembra essere ormai la parola d’ordine, c’è ancora spazio per chi intende investire sul design e sulla qualità. Questo vale anche per il settore dell’arredamento, in cui l’Italia è da sempre portatrice sana di soluzioni eleganti e funzionali per gli ambienti di casa.
Nel 2018, per fortuna, Made in Italy fa ancora rima con mobili e arredamento d’alta classe, nel rispetto di una tradizione che ci vede da sempre protagonisti, con la nostra storia e la nostra maniacale attenzione ai dettagli.
Oggigiorno, tuttavia, il rigore tecnico nella lavorazione artigianale e nell’esecuzione dell’arredo non è più sufficiente a garantire un prodotto valido per il mercato, occorre infatti innovarsi e rinnovarsi, nel segno dei tempi che cambiano e delle richieste sempre più esigenti.
Cucine, camere da letto e complementi d’arredo diventano così elementi non più a sé stanti, ma parti integranti delle nostre abitudini, del nostro modo di vivere la casa e di concepire gli spazi.

Soluzioni d’arredo personalizzate per spazi vivibili e confortevoli

La scelta dei migliori materiali per la lavorazione dell’arredamento è sicuramente una delle caratteristiche principali del mercato Made in Italy, unito alla maestria ed all’esperienza dei nostri artigiani.
A questa particolare sensibilità artistica, il nostro mercato ha saputo negli anni abbinare un invidiabile senso di adattamento e di percezione degli spazi, grazie ai quali i prodotti finali sono in completa armonia con tutti gli ambienti della casa. Le esigenze sono mutate: le case non sono più quelle di una volta, spesso le stanze hanno metrature ristrette e necessitano di soluzioni ad hoc per garantire la giusta visibilità ed il necessario comfort.
Così, da soluzioni standardizzate ed in serie, i produttori nostrani hanno concentrato gli sforzi su produzioni sempre più su misura e personalizzate, in linea con le dinamiche sociali del tempo e con la stringente necessità di ottimizzare ogni singolo centimetro.
I risultati si vedono e sono confortanti: anche nel 2018 i nostri artigiani si confermano i primi esportatori di arredamento in Cina, con un lusinghiero quinto posto negli Stati Uniti, dove la combinazione di forme e materiali tricolore è particolarmente apprezzata.

Prodotti mai banali e di qualità

La chiave del successo? Un prodotto mai banale, sempre unico e diverso dalla concorrenza, con un occhio di riguardo alle nuove tecnologie ed alle richieste del mercato. La nuova frontiera dell’arredamento è green: Il mobile ideale di oggi è robusto, solido, elegante, alla moda, raffinato, ma anche sostenibile. La bellezza non può prescindere dall’etica e dal rispetto della natura, in una nuova concezione di casa all’insegna della Bioarchitettura.


Let It Be di Poltrona Frau

Evoluzione naturale del divano, Let it be esprime la sua filosofia fin dal nome. Citazione di un pezzo cult dei Beatles, evocativo di un'epoca di grande libertà da ogni formalismo e convenzione. Il progetto di Ludovica + Roberto Palomba raccoglie e rielabora anche la matrice, tutta italiana e antichissima, del triclinio romano, dove ci si sdraiava, si mangiava, si conversava, si oziava. Sistema modulare e aperto alle configurazioni più confortevoli, Let it be invita a una gestualità rilassata. Lo si può completare a piacere con mensole e contenitori che ne espandono le funzioni. È l'accogliente rifugio nel quale finalmente lasciare fuori casa ogni pensiero e ritrovare i propri tempi e ritmi.

Un'autentica isola di benessere attrezzata di tutto ciò che serve. Informale e invitante anche nell'estetica leggera. La struttura e i soffici cuscini in piuma appaiono come sospesi su fasce di cuoio. Il piede, inaspettatamente arretrato rispetto allo spigolo, esalta la sensazione che le sedute galleggino nello spazio. La purezza del design si fonde con i dettagli preziosi. Le cuciture a vista di pelle e cuoio evocano le lavorazioni di nobili sellerie e finimenti. Rivestimenti della struttura e dei cuscini in Pelle Frau® del Color System, Nest, e Soul, anche abbinati a tessuto. In alternativa Cuoio Saddle / Saddle Extra abbinato a Pelle Frau® o tessuto. Mensole e piani bracciolo o schienale sono avvolti in Cuoio Saddle o Cuoio Saddle Extra. Telaio in trafila di alluminio con elementi di giunzione in acciaio verniciati nero. La struttura di schienale e braccioli, imbottiti in poliuretano espanso e ovatta poliestere, è in massello di pioppo e multistrato di betulla. Molleggio della seduta ottenuto con cinghie elastiche intrecciate. Cuscino del sedile imbottito in piuma d'oca e ovatta poliestere. Piedi in alluminio realizzati a stampo con finitura rhutenium o granigliato brunito.


Arrangiamenti di Flos trionfa agli EDIDA Awards 2018

La nuova collezione di lampadari modulari progettati da Michael Anastassiades per Flos è stata votata come miglior prodotto di illuminazione dai 25 redattori di Elle Decoration in tutto il mondo.

La rete internazionale Elle Decoration ha scelto Flos come vincitore del 2018 nella categoria Illuminazione della prestigiosa EDIDA (ELLE Deco International Design Awards) per la sua collezione Arrangements, disegnata da Michael Anastassiades. Un altro elogio per l'elegante creazione di Michael, ispirata al parallelo tra illuminazione e gioielli.
L'EDIDA riconosce l'eccellenza globale nel mondo dell'interior design in 13 categorie. Questo esclusivo evento internazionale di decorazione, considerato "l'Oscar" per il mondo del design, si svolge ogni anno durante il Salone del Mobile di Milano, dove i vincitori e le rispettive case di design ricevono ufficialmente i premi. Quest'anno la cerimonia di premiazione è stata ospitata alla Triennale Teatro dell'Arte il 19 aprile. Piero Gandini, CEO di Flos, ha orgogliosamente accompagnato Michael sul palco per ritirare il premio.


LIVING NATURE. LA NATURA DELL'ABITARE

Dal 17 al 25 aprile, in piazza del Duomo, davanti a Palazzo Reale, il Salone del Mobile.Milano ha offerto  alla città il progetto “Living Nature. La Natura dell’Abitare”, sviluppato insieme allo studio internazionale di design e innovazione Carlo Ratti Associati (CRA).

Una mostra-installazione che ha offerto spunti alla progettualità sostenibile negli spazi interni della casa mettendo in scena la riconciliazione possibile tra uomo e natura con un percorso emozionale che si inserisce nel dibattito sul valore dell’abitare sostenibile.

Con “Living Nature. La Natura dell’Abitare” si vuole, infatti, testare come uno spazio, sia esso domestico o urbano, possa diventare più a misura d’uomo utilizzando le risorse naturali in modo sostenibile e sfruttando in modo intelligente le innovazioni tecnologiche esistenti.

Un tema perfettamente in linea con i valori della “Human and Responsible Light” di Artemide che ha accompagnato  il visitatore nel percorso che si sviluppava secondo le quattro stagioni. In ogni area suggestioni naturali e domestiche sono state messe in scena anche attraverso la luce di quattro diverse famiglie di prodotti Artemide.

Le sfere in vetro bianco di Dioscuri per l’inverno, la trasparenza delle canne luminose di Reeds per la primavera, i segni di luce di Walking Focus per l’autunno e i colori di Diamante per l’estate animeranno il paesaggio per ricreare un’esperienza evocativa ed iconica.


Salone del Mobile 2018: grande successo per la 57a edizione

La 57a edizione del Salone del Mobile ha riportato risultati davvero eccellenti. Milano, sia in termini di affluenza sia di qualità delle relazioni commerciali, conferma la forza attrattiva e la capacità di coinvolgimento e di emozione percepite fin dal primo giorno nei padiglioni della fiera 434.509 presenze, in 6 giorni, provenienti da 188 paesi, con un incremento del 17% rispetto all’edizione 2016, che proponeva le medesime biennali dedicate alla cucina e al bagno, e del 26% rispetto a quella 2017.

Un’edizione che ha dimostrato, ancora una volta, quanto il Salone del Mobile non sia solo un’attività espositiva, ma sia, soprattutto, la rappresentazione di come la cultura di impresa e la capacità di lavorare in squadra di un settore e del suo tessuto creativo e produttivo possano produrre eccellenza.

Il riconoscimento all’importanza del Salone del Mobile e del settore arredo è arrivato anche dalla presenza di alte autorità governative e istituzionali, che testimoniano quanto il Salone rappresenti uno dei motori dell’economia italiana, grazie al fertile rapporto tra impresa, città e territorio che riesce a creare ogni anno. Un’edizione, la 57a, in cui sono risuonati, più forti che mai, l’entusiasmo e la voglia di tutti gli attori coinvolti di impegnarsi per mantenere la centralità della manifestazione rispetto allo scenario internazionale degli eventi dedicati all’arredo e al design.

1.841 sono stati gli espositori, di cui il 27% da 33 paesi, suddivisi tra Salone Internazionale del Mobile, Salone Internazionale del Complemento d’Arredo, EuroCucina e Salone Internazionale del Bagno, a cui si sommano i 650 designer under 35 del SaloneSatellite – tre dei quali sono stati insigniti del SaloneSatellite Award.

Successo anche per il progetto “Living Nature. La natura dell’abitare”, sviluppato insieme allo studio internazionale di design e innovazione Carlo Ratti Associati (CRA), in scena fino al 25 aprile, in piazza del Duomo, davanti a Palazzo Reale come ideale proseguimento del Salone in città: un laboratorio unico nel suo genere, che combina design, ingegneria e botanica e che ha registrato una media di oltre 2.000 visitatori al giorno.


Collezione KN di Knoll. Disegnata da Piero Lissoni

Per il Salone del Mobile 2018 Knoll ha presentato KN Collection di Knoll disegnata da Piero Lissoni, una collezione di sedute dallo stile impeccabile, capace di trasformare ogni momento in una preziosa opportunità per il completo relax, l'interazione aperta e il piacere della socializzazione, o per l'uso in spazi privati mettere da parte per la rigenerazione in una dimensione di identità personale.

La collezione presenta una gamma di materiali che differenziano ogni creazione, sottolineando lo spirito sofisticato che guarda al futuro, rendendo allo stesso tempo omaggio al grande design del passato: gli accenti da spargere liberamente negli spazi residenziali, ma anche soluzioni versatili per ambienti di lavoro e interni di lusso ad alte prestazioni.

L'intera collezione è realizzata con una base girevole in fusione di alluminio lucidato o verniciato. La base dotata di serranda interna offre un sistema autoregolante per garantire un comfort immediato.

KN è disponibile in due versioni differenti. Nel modello basso KN01 le proporzioni tra altezza seduta e guscio, combinate con ampie misurazioni, forniscono una miscela equilibrata di compattezza e comfort. Il design curvo ha un tono minimalista, mentre offre il massimo relax per chi lo sceglie.

Una seconda versione KN02 con proporzioni più compatte ed estese è offerta con un poggiatesta e un pratico meccanismo manuale integrato nel bracciolo consente alla sedia di reclinare, adattandosi alle variazioni di postura. Grazie al meccanismo nascosto sotto il rivestimento, è possibile spostarsi da una posizione verticale a un'angolazione più rilassante e bloccare la schiena in qualsiasi posizione. Per offrire flessibilità e notevole libertà di movimento, nonché un comfort estremo per lunghi periodi di tempo, il meccanismo può essere riportato alla sua postura originale con un movimento morbido ed elastico.

La configurazione può anche essere completata con un poggiapiedi KN03 adatto e un cuscino del sedile imbottito con piumino, completo di supporto per la parte inferiore della schiena.

Una vasta gamma di tessuti e pelli è disponibile per la collezione KN in tutte le versioni, offrendo molte opzioni di personalizzazione e accentuando la sobria eleganza del design. KN è la combinazione perfetta di alcuni dei valori fondamentali dei prodotti Knoll: design, alta qualità dei materiali, massimo comfort e attenzione ai dettagli.


Cucinesse presenta Evolve

Il nuovo progetto di Cucinesse è Evolve: simbolo della continua evoluzione dell’ambiente cucina.
Materiali, volumi e forme vengono reinterpretati e creano un open space di spiccato design, in cui cucina e living si fondono in un progetto completo.
Sei finiture legno in diverse sfumature e sette finiture in Pet opache e lucide, permettono infinite soluzioni compositive creando un notevole impatto scenico.

Evolve interpreta un nuovo mood: open space e personalizzazione
La cucina è studiata per condividere gli spazi aperti, lo stile essenziale di un arredamento orientato all’ idea della personalizzazione, dove estetica e funzionalità trovano un equilibrio perfetto.
Le nuove pareti attrezzate con elementi in ferro e ripiani in vetro satinato permettono infiniti giochi compositivi.
Uno stile ricercato in cui l’essenza legno viene reinterpretata in chiave contemporanea.
Evolve abbina le finiture in legno a materiali come il ferro e il vetro, racconta un appeal moderno ed estremamente glamour.